Stampa 3D della colonna vertebrale per la pianificazione preoperatoria

Cosa vogliamo curare

Sono diverse le malattie che possono beneficiare della radiomica, uno strumento che utilizza avanzate funzioni di imaging per descrivere le caratteristiche dell’osso del paziente. Tra queste per esempio la Spondilolistesi lombare, una patologia della colonna vertebrale che colpisce le persone oltre i 65 anni ed è caratterizzata da un lento e progressivo spostamento in avanti di una vertebra rispetto a quella sottostante. Oggi il principale metodo di trattamento è la fusione spinale che unisce le vertebre spostate in avanti a quelle sopra e sotto, utilizzando due piccoli fori di incisione. Tuttavia spesso l’operazione non riesce con successo e i pazienti si devono sottoporre a più interventi chirurgici. In questo caso conoscere la qualità dell’osso dei pazienti può davvero fare la differenza perché permetterebbe di utilizzare farmaci specifici per favorire la formazione dell’osso, prevedendo il rischio di non fusione.

Dove vogliamo arrivare

Il nostro obiettivo è di fornire al chirurgo un modello fisico in 3D che riproduce fedelmente le vertebre della colonna, sia a livello quantitativo che qualitativo. Ciò permetterà di pianificare al meglio l’intervento prima di entrare in sala operatoria e valutare le diverse opzioni chirurgiche, riducendo al minimo le possibili complicanze.

 

La Ricerca sta già cambiando il mondo over 65.

Con il tuo contributo possiamo fare ancora di più.

Dona ora.

BANNER PROGETTI